martedì 25 marzo 2014

Seconda skyppata, Chicago si trova in Illinois e baggianate finali

Chicago si trova in Illinois, right? E allora perchè le mie hmom e hsister si sono messe a ridere al mio:"Ah yeah, Chicago, Illinois!"?
Ma partiamo dall'inizio: era una normale domenica. Anzi no, ora che ci penso bene avevo la febbre e ho delirato per tutto il giorno, ma tralasciamo. Mia madre si è creata un profilo Facebook apposta per parlare con la mia hmom e postare foto imbarazzanti di me da piccola con il sedere di fuori. Ma anche qui, tralasciamo. Aggiunge Susan(hmom) su fb e iniziano a parlare. Trascorrono una ventina di minuti a parlarsi, durante i quali mia madre(bravissima in inglese) chiede aiuto a me su alcune frasi perchè indecisa sulla loro correttezza; ripeto: a ME. Ad un certo punto, la mia super intelligente mammina chiede a Susan se uno di questi giorni possiamo fare un'altra skyppata. Così Susan, anche lei un altro genio, propone di farla in quel momento. Io ero tutto il giorno che indossavo il pigiama e non mi ero praticamente mai alzata dal letto se non obbligata dalla vescica che scoppiava o dallo stomaco che brontolava. Per di più ero struccata e non mi pettinavo i capelli da più di 24h. E cosa le risponde mia madre? "Yeah Susan, why not!"
Così mi ritrovo alle 9 di una Domenica sera in pigiama e con i capelli legati in una coda seduta davanti al pc.
La linea era parecchio disturbata e spesso cadeva la linea, infatti io e mia madre spesso dovevamo chiedere di ripetere perchè non si sentiva un tubo, ma tralasciando qualche piccolo problemino, è andata da dio!
Abbiamo parlato della loro vicinanza alla spiaggia e al Lago del Michigan, il quale io pensavo fosse un lago(strano, vero?) mentre loro mi hanno riferito che per la sua grandezza potrebbe essere ritenuto un mare! Questo significa che passerò una parte dell'estate a crogiolarmi al sole in America!
Mi hanno anche detto che con i loro miliardi di cugini e zii giocano spesso a Beach Volley e dato che io faccio pallavolo mi divertirò molto. Forse loro non hanno ancora capito il mio livello molto basso nella pallavolo, anzi, in qualsiasi gioco con una palla, ma lo scopriranno presto.
Una notizia suuuuuuper amazing è che andremo a Chicago e in non so quali altri posti, mi hanno detto che in questi giorni mi avrebbero inviato molte foto dei posti in cui normalmente vanno ma per ora non è arrivato ancora nulla *sigh*. Mi hanno anche detto che Chicago è famosa per lo shopping e ovviamente io non potevo non fare una figura di merdina urlando:"Oh, I love shopping!" scatenando risate da parte loro e di mia madre(strano abbia riso, forse pensava scherzassi). Però hanno ammesso che anche loro amano fare shopping e spesso ci vanno più di una volta alla settimana. Giuro, siamo già in sintonia.
Susan mi ha ribadito che la scuola è very big e really beautiful e questo mi ha fatto davvero piacere, non vedo l'ora di essere lì a scegliere le classi e a curiosare in giro!
Più si avvicina la partenza e più ho voglia di partire, ma la verità è che ho anche tanta paura. Alcune volte ci penso, ai motivi che mi hanno spinto a fare questa avventura, a tutti i problemi che dovrò affrontare, ai momenti bui e alle incertezze. Ma sono un exchange student e questo fa parte del gioco, sempre se così possiamo chiamarlo. Le nuove amicizie, la lontananza dalla famiglia e dagli amici, una nuova lingua, una nuova casa, una nuova scuola, ma sapete una cosa? Allo stesso tempo non vedo l'ora. Sono maledettamente curiosa di sapere cosa mi accadrà, di conoscere una nuova cultura, nuove persone, nuovi luoghi. Ma sono anche curiosa di vedere come riuscirò a superare tutti gli ostacoli. Perchè che pensate, che sarà tutto rose e fiori? Oh, non penso proprio. Ci saranno difficoltà, problemi e prove e non vedo l'ora di affrontare tutto. Ho come l'impressione di essere su un ring, con i guantoni in mano e il paradenti in bocca, pronta per vincere, ma allo stesso tempo con i pugni alzati davanti al viso, pronta a parare qualsiasi pugno mi allontani dalla vittoria.


E dopo aver sparato parecchie baggianate direi che è ora di andare. Vi lascio con un bellissimo post di Susan che mi ha resa tanto tanto felice(non guardate per troppo tempo la mia faccia o vi sentirete male):



See ya soon bellissimi

Federica

lunedì 17 marzo 2014

Prima skyppata(?) con la family

E dopo aver guardato l'ultima puntata di The Walking Dead ed essermi mangiata uno yogurt alla stracciatella, direi che è ora di iniziare questo post.

Inizierei mettendo in dubbio l'esistenza della parola "skyppata" utilizzata nel titolo, ma che esista o no, voi m'avete capito, e questo è l'importante.
Più ripenso alle cavolate che ho detto quel giorno e allo stress sopportato, e più ritengo che l'unica definizione adatta a descrivere la prima chiamata skype con la host family sia: video-chiamata che ti farà sudare 18.000 camicie e imprecare tutti gli dei esistenti e non. Quella video-chiamata che ti farà pentire di essere una capra in inglese e che ti farà giurare di iniziare a studiare una volta per tutte. Quella video-chiamata che sai di doverla fare e vuoi anche farla, ma pur di metterti davanti al pc a parlare inglese e a far finta di capire quello che ti dicono preferiresti farti investire da una mandria di gnu saltellanti.
Non so se avete capito il livello di stress a cui un exchange student è sottoposto. E nemmeno siamo partiti.
Comunque alla fine tutto si supera e anche se ero parecchio in ansia, è andato tutto benissimo.
Hanno subito iniziato facendo un tour della casa. Poi mi hanno mostrato la neve fuori dalla finestra(e lì c'è stato un attimo in cui ho pensato:"Ma dove minchia vado l'anno prossimo?"). Abbiamo parlato della scuola, mi hanno elencato le materie(che già non mi ricordo). Mi hanno fatto vedere i loro cani(che sono parecchio grandi e ad essere sincera mi incutono un pelino di paura. Un pelino.). Poi Tara, la mia hsister, ha fatto una piccola piccola figura di mierda chiedendomi se l'Italia si trovasse vicino alla Grecia e dicendomi che loro hanno un vicino greco con il quale potrei parlare. Lì per lì non capivo, poi mia madre le ha detto che io non parlo greco e così ho capito che la mia hsister non è proprio una cima in geografia. Ma non lo sono nemmeno io quindi la perdono.
Poi ho parlato con l'exchange columbiana che sta ora lì da loro e sembra davvero simpaticissima! Mi ha avvertita che all'inizio la neve la amerò ma dopo qualche settimana... preferirò berla tutta pur di rimanere un altro giorno rinchiusa in casa. Poi mi ha parlato anche lei della scuola e delle materie e mi ha fatto morire dal ridere quando ha cercato di dirmi che fa Sociology, ma non so perchè non riusciva a dirlo, si fermava a "Socio" e poi le uscivano versi incomprensibili dalla bocca, così la hmom la ha aiutata ripetendo Sociology lentamente mentre io piangevo dal ridere!
Mi hanno anche detto che posso arrivare lì il prima possibile così mi ambiento prima di scuola ma indovinate un pò? There is a teeny tiny problem: la WEP dice che posso arrivare lì solo una settimana prima, e non un mese come mi avevano consigliato Susan e Tara, per problemi con il visto. E io che volevo stare un mese in panciolle. Comunque mia madre si è già messa all'opera perchè dice che andrà all'ambasciata americana per informarsi e chiedere se la storia del visto sia vera o una delle solite baggianate della WEP.
Ci siamo salutate promettendoci che avremmo fatto un'altra skyppata e anche se so che sarò agitata anche questa volta, non vedo l'ora di rivederle!

P.S. Oltre ai cani mi hanno fatto vedere anche l'altro gatto, ed è nero come il mio gatto!

P.S.2 Il 5-6 Aprile a Firenze ci sarà il weekend di preparazione, quindi aspettatevi un post pieno di foto con i weppini(e qui c'è stato un dubbio se si dicesse "gli weppini" o "i weppini", dalla regia dicono la seconda) da tutta Italia.

See ya later guyssssssss

Federica

giovedì 13 marzo 2014

Host family e mia madre è magica

Preannuncio già che questo post sarà lunghissimo. Uomo avvisato mezzo salvato.

Mamma:"Fede, scommettiamo che la famiglia ti arriva entro il 15 Marzo?"
Io:"Mà, ora stai esagerando... solo perchè hai avuto fortuna a Gennaio con l'agenzia partner non vuol dire che tu sia magica"
Mamma:"Vedremo."
Il 12 Marzo
"Ciao Federica, sono Paola della WEP di Torino..."


Voi dovete sapere che io non sono una persona superstiziosa(ho anche un gatto nero), non credo che un ferro di cavallo mi porti fortuna o che passare sotto una scala porti sfiga, e non sono nemmeno religiosa, non sono nemmeno stata battezzata. In poche parole? Credo in quello che posso vedere. Ma penso che mia madre abbia davvero dei poteri magici. Altrimenti come potrei spiegare che io prima del 15 Marzo abbia già la host family?
Ebbene sì, colei che era convinta che la famiglia le sarebbe arrivata ad Agosto, colei che sapeva di doversi armare di santa pazienza, colei che accettava tutto ciò, perchè riteneva che nulla cambiava se la famiglia ti arrivava prima o dopo, l'importante è che arrivava, il 12 Marzo 2014, riceve l'host family.

...In una galassia lontana lontana... in un paese chiamato Italia, nella città di Roma, una ragazza chiamata Federica stava camminando tranquillamente verso la metro insieme ad una sua amica, quando le squillò il cellulare:"Chi sarà?" Si chiese. Numero sconosciuto. Strano.
"Ciao, parlo con Federica?"
"Sì sono io"
"Sono Paola della WEP di Torino, abbiamo delle belle notizie"
"Non è vero, è uno scherzo"
"Abbiamo notizie sulla tua host family, qualcuno ti ha scelto" Lacrime scendono sulle guance di Federica. "Allora, la famiglia si trova..."


Dopo questa divertentissima scenetta(eeeeeeeh non poi capì quanto), torniamo seri, perché so che tutti vi starete chiedendo? Si Fede, ma dove vai?


Lo stato in cui passerò 10 mesi della mia super avventurosa e spericolata vita sarà il Michigan!





Il suo nome deriva dal lago Michigan, che in non so quale lingua significa "grande acqua". Gli abitanti sono soprannominati "Wolverines", dall'animale caratteristico dello stato, e secondo voi a cosa, anzi, a chi ho pensato subito? A lui. Il clima è parecchio diverso da quello romano, quello michighiano(neologismi mode:on) è molto freddo e umido, nevica da Dicembre a Marzo, ma da come dice la super fidata Wikipedia, nel resto dei mesi nel sud dello stato il clima è relativamente mite. C'è solo un piccolo particolare:



Media di 17 tornado nella zona sud? E indovinate dove vado io? A sud, esatto.
La città si chiama Kalamazoo(potete ridere, anche io l'ho fatto, dopo aver smesso di piangere ovviamente) ed è una cittadina di 80.000 abitanti.





Questo post è già troooooppo lungo. Meglio andare subito al dunque. Com'è la famiglia? Si chiama Artis(bel nome, btw) ed è formata da:
- Mamma di nome Susan, ha 46 anni e fa l'infermiera;
- Figlia di nome Tara(mia madre ritiene l'abbiano preso dal film "Via col vento", vi farò sapere), ha 17 anni come me e andremo nella stessa scuola. Dice che non le piace molto andarci ma mi ha inviato le foto e, almeno da fuori, sembra fantastica. Non pratica sport ma dice:"I ride dirt bikes" qualunque cosa significhi(sono le moto da fango? Bah, vi farò sapere anche qui);
-Fratello di nome Dale di 20 anni che fa il militare e per questo non abita a casa, ma verso Novembre dovrebbe tornare per un paio di settimane. In questo momento è in Giappone.
Il padre è morto, non so come o quando, e se posso dirlo senza sembrare cattiva e senza cuore, sono un pochettino dispiaciuta di non avere un host dad, ma va bene così perchè saremo tutte donne in casa, cosa parecchio nuova per me(ora mi aspetto una vita all'insegna dello shopping. Pretendo vestiti e trucchi ovunque).
Li ho già aggiunti su Facebook e stalkerati per bene. Ho parlato con tutti e sono stati tutti stra disponibili. Per primo ho parlato con il fratello che sembra davvero simpatico e penso sia fighissimo che lui ora stia in Giappone. Mentre parlavamo lì erano le 2 di notte! Povero lui che lavora di notte! Son curiosa di sapere esattamente cosa fa, nel dossier dice che lavora nelle(si dice nelle o nella?) Airforce, ma chiederò delucidazioni, don't worry.
Poi ho parlato con la mia host sister e penso sia carinissima, mi ha già inviato le foto della scuola:



I colori sono il blu e l'oro. Chiederò, sempre se riesco a ricordarmi, qual è la mascotte perchè per ora non sono riuscita a trovarla. Sul sito non riesco a trovare nemmeno le materie(non è colpa mia, I swer to God), comunque la host sister(che strano avere una sorella uaaaah) dice che appena arriverò sceglierò le classi e mi ha consigliato di prenderne semplici almeno per il primo trimestre. La scuola inizia all'inizio di Settembre(nella maggior parte degli States inizia ad Agosto quindi battete il cinque a Federica che inizia tardi yoooo) ma la brutta notizia è che si entra alle 7:50 e si esce alle 2:45. Devo ancora riprendermi. Entrerò alle 8 meno 10. Are you fucking kidding me? A scuola mi ci accompagnerà la mia hsister con la macchina se la aiuto a pagare la benzina. Bus scampato, fiù. Altro high five a Federica.
Continuando con le belle notizie, la famiglia ha 6 animali! Hanno 2 papagalli:



Hanno anche 2 gatti e 2 cani ma per ora mi ha inviato solo una foto di un gatto:


In questo momento loro stanno ospitando una ragazza columbiana la quale ieri sera mi ha inviato la richiesta di amicizia su Facebook. Non abbiamo parlato molto, ma già mi ha rassicurato che la famiglia è unita e sono tutti molto dolci, sono sicura che in seguito la tartasserò di domande. Questa mattina la host mom mi ha accettato la richiesta d'amicizia su Facebook e finalmente, dopo aver parlato con tutta la famiglia, tra poco anche con gli animali, le ho parlato. Sembra super gentile e carinissima e non ho più aggettivi per descrivere quanto questa famiglia sembri fantastica! Mi ha anche fatto un cuore dopo che mi ha augurato "a nice day". C'è già amore tra di noi.
Dicono che mi abbiano scelta perchè ritengono che siamo molto simili: giocano a carte(sembrerò una vecchietta ma io d'estate vado a fare i tornei di burraco quindi sono contenta che giochino anche loro), Tara mi ha subito detto che le piace fare shopping(c'è già sintonia fra di noi), come avrete notato amano gli animali, pescano(mai provato ma sono super curiosa), vanno "on mini vacations" quindi spero mi portino in qualche città carina, siamo anche vicini a Chicago(forse non proprio vicinissime ma sono dettagli). La notizia più bella dell'universo e oltre(infinity and beyond!) è che non condividerò la stanza! Giuro che quando l'ho scoperto ho alzato il pugno al cielo alla Breakfast Club e mi sono messa a ballare. Sì, una scena abbastanza penosa.
E per questa notizia ho bisogno di un rullo di tamburi: Ta tatatatatatatata! Sarò Senior! Sono super extra mega iper contenta! Per chi non lo sapesse i senior sono quelli dell'ultimo anno, il quarto. High five!

Probabilmente mi sono scordata qualcosa ma direi che è meglio concludere qui prima che vi strappiate gli occhi dalle orbite.

P.S. Questa sera facciamo skype! C'ho parlato solo una volta e già vogliono skyppare! Sono parecchio nervosa ma son sicura che andrà bene. Menomale che nella mia famiglia il livello di inglese è piuttosto elevato, i miei sono molto bravi e mio fratello si sta laureando in economia in inglese quindi non dovrebbero esserci troppi problemi con la lingua, o almeno credo. In poche parole farò parlare loro. Naaaaaaaah just kidding almeno "Hi, how are you?" lo dirò. Solo quello però.

Okok, il post è davvero finito. Domani vi informerò su come è andata Skype. Pregate per me.

Peace & Love,

Federica